Orario ricezione chiamate 09-12 Lunedì/Venerdì chinegestioni@gmail.com

L’accesso ai documenti contabili

da | 1 Dic 2020 | Amministrazione Condominiale | 0 commenti

Il diritto di accesso ai documenti condominiali è stato spesso oggetto di sentenze trovando con il
tempo sempre maggiori conferme.
Il codice civile afferma a chiare lettere che i condomini possono prendere visione dei documenti
giustificativi di spesa in ogni tempo e estrarne copia a proprie spese.
Pertanto in vista di una partecipazione ad un’assemblea che sia consapevole, il condomino ha
senz’altro il diritto di accedere alla documentazione contabile e l’amministratore è tenuto a favorire
tale possibilità.
Diversamente se il condomino dovesse impugnare la delibera assembleare di approvazione del
bilancio motivandola sulla mancata visione dei documenti spetterà all’amministratore, dunque al
Condominio l’obbligo di fornire la prova dell’avvenuta visione o meno ed i motivi.
Ciascun comproprietario, rammenta la Cassazione, ha la facoltà di richiedere e di ottenere
dall’amministratore del condominio l’esibizione dei documenti contabili in qualsiasi tempo, dunque
non soltanto in sede di rendiconto annuale e di approvazione del bilancio e senza specificare il
motivo
Per consentire l’esercizio di tale diritto, l’amministratore dovrà predisporre un’organizzazione,
sia pur minima, di cui gli altri condomini dovranno essere informati.
Se l’accesso non viene consentito, conclude la Cassazione, grava in capo all’amministratore l’onere
di dimostrare che la richiesta del condomino è inesigibile e non compatibile con le modalità
previamente comunicate.